Ogni volta che subiamo un trauma emotivo o fisico, un pezzo della nostra anima fugge dal corpo per sopravvivere all'esperienza. Si tratta di un geniale meccanismo di autodifesa, una parte della nostra essenza lascia il corpo in modo da non farci sentire il pieno impatto del dolore. Si tratta di una dissociazione, una parte della nostra coscienza si sposta dal conscio e si dirige all'inconscio. Il distacco è positivo, accade per evitare una lesione, è un processo conservativo. Gli eventi che determinano la perdita di una parte di essenza possono essere rappresentati da un trauma emotivo o da un trauma fisico, come incidenti, interventi chirurgici, un abuso, la guerra, un disastro naturale, il divorzio, la morte di una persona cara, una parola dura pronunciata da un genitore o un amico. Lo shock può essere causa di sindrome post-traumatica da stress, depressione, malattia, problemi di deficienza immunitaria, dipendenze, dolore senza fine, o coma. La perdita di essenza può impedirci di creare relazioni sane e allontanarci dalla vita che vogliamo veramente vivere. La perdita di essenza è un meccanismo di sopravvivenza, che dovrebbe essere temporaneo. La parte dell'essenza che ha lasciato la coscienza, dovrebbe ritornare al suo posto dopo un certo periodo di tempo. Tuttavia in alcuni casi questo meccanismo non funziona. Alcuni sintomi di perdita di essenza possono includere: - sensazioni di essere senza essa a terra - sensazioni di "vuoto" e incompletezza - sensazione che manca qualcosa nella vita - depressione cronica - tendenze suicide - sensazione di dolore senza fine - sindrome di stress post traumatico - malattia cronica fisica o emotiva - problemi di immunodeficienza - fatica cronica e fibromialgia - ripetizioni di modelli negativi nelle relazioni - incapacità di superare un problema - ripetizione degli stessi errori - sentirsi bloccati in uno schema - sensazione di avere dentro un "buco" che non può essere riempito - dipendenze, con ricerca di fonti esterne per riempire gli spazi vuoti dentro di noi, sia per mezzo di sostanze, cibo, relazioni, lavoro, o l'acquisto di oggetti materiali - sentirsi in frantumi, in pezzi - non sentirsi mai all'altezza, mai abbastanza buoni o abbastanza bravi - scarsa autostima o considerazione - insicurezza, tristezza e ansia - difficoltà a divertirsi anche nei momenti di svago Tecnica operativa Il ruolo degli oli essenziali è quello di rintracciare dove l'essenza si è rifugiata e riportarla al suo luogo originario. Gli oli essenziali scandaglieranno l'inconscio alla ricerca di quelli elementi che sono disarmonici e che non dovrebbero esserci. Il profumo crea suggestioni, un paesaggio della mente, l'incessante debole canto di fondo della vita. Nel mondo degli oli essenziali non si devono dimenticare i cambiamenti che avvengono nel sistema nervoso centrale. I profumi facilitano la produzione di onde celebrali alfa, gamma e theta, che sono associate alla creatività, alla visualizzazione di vivide immagini e agli stati di estasi. L'aroma e le sue vibrazioni sono il canale attraverso il quale si viaggia verso altri mondi della coscienza. Gli odori si trasformano in emozioni, i profumi parlano il linguaggio dei sogni. I sogni sono un modo creativo in cui trasformazioni di ogni genere possono verificarsi. Miscela aromatica per la ricerca dell'anima perduta 1 goccia di olio essenziale di Neroli (archetipo della bellezza) 1 goccia di olio essenziale di verbena (archetipo della meraviglia) 3 gocce di olio essenziale di ledum (la rottura della stato attuale) 8 gocce di olio essenziale di mirra (i passaggi infiniti) 8 gocce di olio essenziale di incenso (la soluzione è nel trascendere) 9 gocce di olio essenziale di solidago (la ricerca nelle memorie) 9 gocce diolio essenziale di lentisco (la forza cogniugata alla temperanza) 9 gocce di olio essenziale di tsuga (la guida verso i nostri mondi inferiori e superiori) 18 gocce di olio essenziale di patchouli (superare le resistenze e le paure) 29 gocce di olio essenziale di copaiba (rimuovere gli ostacoli) 34 gocce di olio essenziale di arancio (risvegliare l'ottimismo) 34 gocce di olio essenziale di limone (agire per guarire) Utilizzare nel diffusore (10 gocce) o inalare direttamente ponendo 2 gocce sul palmo delle mani, sfregare delicatamente e posizionare le mani a coppa davanti al naso. Questa operazione potete ripeterla ogni volta che ne sentite il bisogno. TreeLifeTribe Le informazioni riportate su www.treelifetribe.com, sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche; non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l'assunzione o la sospensione di un farmaco. Non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico di base né di uno specialista. L'utilizzo di tali informazioni è sotto la responsabilità dell'utente. Treelifetribe srls provvederà immediatamente a rimuovere e/o correggere ogni errore di e/o imprecisioni segnalate.